Didattica a distanza

Carissime famiglie,

ormai da settimane stiamo vivendo una situazione di emergenza che ha costretto tutti a modificare profondamente le proprie abitudini. Anche la scuola, che scandisce il ritmo delle giornate dei nostri bambini, si è vista costretta a ripensarsi e riorganizzarsi per cercare di far fronte alla nuova situazione, costringendoci a fare i conti con qualcosa che fino ad ora non avevamo mai sperimentato.

La nostra intenzione è quella di provare a vivere questa realtà come una nuova opportunità e non solo come un disagio.

Siamo consapevoli che la sospensione delle attività didattiche non è e non deve sospendere il nostro essere scuola: per i nostri bambini e ragazzi potrà essere un’occasione per organizzare in modo più libero e responsabile lo studio a casa, seguendo le indicazioni dei loro maestri; per i genitori e i nonni un’occasione di affiancare i bambini in un percorso nuovo, certamente non semplice, ma che sicuramente sarà fonte di crescita; per i docenti la possibilità di mettere a frutto le proprie conoscenze ed esperienze, utilizzando canali diversi da quelli tradizionali (video-tutorial, video-lezioni registrate, audio, libri digitali, materiale inviato tramite WhatsApp…). Attraverso questi nuovi strumenti non solo è possibile trasmettere i contenuti, ma anche e soprattutto, mantenere un contatto umano e affettivo con i propri studenti.

Come Istituto non eravamo preparati a questo, ma abbiamo cercato e stiamo tuttora cercando, di fare del nostro meglio per adottare una didattica adeguata. Per questo, quasi subito, la scuola si è attivata con la piattaforma WeSchool per l’insegnamento della lingua inglese e in seguito, i docenti hanno cominciato a sperimentare nuove possibilità di insegnamento attraverso varie modalità, differenziate a seconda dell’età dei bambini e delle diverse esigenze delle classi, andando incontro anche a chi non dispone di tecnologie adatte. Si tratta di un percorso nuovo per tutti, in continuo divenire e non sempre semplice: per i docenti che devono imparare in autonomia l’utilizzo di nuovi strumenti e metodologie; per le famiglie che, oltre a dover essere dotate delle opportune tecnologie informatiche, devono anche supportare i loro figli non sempre autonomi in questa gestione. Per diminuire il disagio i docenti inviano spesso il materiale attraverso più di un canale. 

La scuola è consapevole che anche la miglior didattica a distanza non potrà mai sostituire la didattica in presenza e quello che stiamo vivendo in questi giorni ce lo dimostra, ma è l’unica possibilità che abbiamo, per quanto difficile e faticosa. 

In questo contesto è più che mai d’obbligo ringraziare tutte le parti coinvolte, oltre ai docenti: i bambini per l’impegno e il loro spirito di adattamento, le famiglie per la pazienza e la grande collaborazione, i rappresentanti per la loro preziosissima opera di mediatori.

È necessario proseguire con questo impegno, continuando a dialogare e collaborare, con pazienza e serenità, cercando di far prevalere, da parte di tutti, fiducia e ottimismo, nell’interesse dei nostri bimbi.

Sicuri della vostra comprensione,

porgiamo i nostri più cari saluti

La Direzione e il Collegio Docenti

Reggio E., 26/03/2020